Hard disk

hard disk

Gli hard disk, o dischi rigidi, sono componenti fondamentali all’interno di ogni computer, tablet, cellulare e qualsiasi dispositivo elettronico

Vengono comunemente identificati come hard disk drive, o con le sigle abbreviate HDD o HD.
Sono dei dispositivi per l’archiviazione di massa che funzionano con dei dischi magnetizzati in grado di archiviare i dati che vengono messi al loro interno.
Senza hard disk difficilmente un computer potrebbero funzionare correttamente e mantenere i dati che ogni giorno salviamo al loro interno.
Sono stati finora utilizzata su tutti i computer e dispositivi portatili, ma negli ultimi anni si è vista una crescente diffusione di hard disk di nuova generazione, più veloci e preformanti degli Hard disk Sata, e di questi dischi (gli SSD) cui parleremo più avanti.

Gli hard disk, oggi, hanno raggiunto capacità altissime e velocità impensabili solo 5 anni fa

A cosa serve l’hard disk

La funzione degli hard disk è proprio quella di conservare i dati, file, programmi e quant’altro, sono dei dispositivi per l’archiviazione indispensabili e molto importanti.
Più sono capienti e più è possibile accumulare file all’interno. Esistono sostanzialmente due tipi di hard disk, quelli interni e quelli esterni.
Il disco rigido solitamente nei computer fissi è interno, e serve a contenere il sistema operativo, i programmi e tutti gli altri files che di volta in volta vengono caricati o salvati.
Nei computer fissi gli hard disk hanno dimensioni di 3,5 pollici, mentre per i portatili è necessario, per via delle dimensioni contenute, installare hard disk di dimensioni inferiori, solitamente di 2,5 pollici.
A volte però gli hard disk interni potrebbero danneggiarsi, con il rischio di perdere dati preziosi, per questo è importante prendere in considerazione l’utilizzo di unità esterne per archiviare i propri documenti e tutto ciò che riteniamo importante.

Hard disk esterni

Gli hard disk esterni, come anticipato poco fa, servono proprio per archiviare in maniera sicura i propri dati, e il più delle volte la loro capienza ci permette di salvare tutto ciò che è contenuto all’interno del computer.
In questa maniera possiamo avere copie pronte all’uso e in sicurezza dei nostri dati più importanti, nel caso il computer subisca qualche danno.
Gli hard disk esterni non sono altro che normali hard disk HDD o SSD, delle dimensioni di 2,5 pollici, che possono essere trasportati con facilità, e collegati all’occorrenza al portatile tramite cavetto USB.

Solitamente sono contenuti all’interno di un involucro che può essere di plastica o di alluminio.
Quest’ultimo materiale è il più adatto per proteggere l’hard disk, in quanto consente di dissipare il calore in maniera più efficace.
Gli hard disk esterni hanno, alla stregua di quelli interni, capacità di archiviazione differenti che vanno da un range di 500 Gb a 3-4 Tera di memoria.
Possono essere del tipo HDD o SSD, i primi indubbiamente più economici dei secondi e con prestazioni meno elevate.

Offerta
WD 1TB Elements Portatile, Hard Disk Esterno, USB 3.0
  • Trasferimenti dati ultraveloci con USB 3.3
  • Capacità elevatissima
  • Software di backup WD in prova gratuita

Gli Hard Disk SSD

Gli hard disk SSD sono dei nuovi dispositivi di archiviazione, che fanno uso di memorie flash al posto dei dischi magnetici utilizzati finora.

Gli Hard disk SSD o Solid State Disk, non sono un’evoluzione dei classici hard disk, bensì un’alternativa per l’archiviazione dei dati.
La differenza sostanziale tra le due tipologie di dischi sta nel fatto che mentre gli HDD sono pensati per avere una grande capacità di archiviazione, quindi molti GB o Terabite a disposizione, gli SDD sono concepiti per essere più sicuri, veloci e migliorare le prestazioni della macchina su cui sono montanti.
Difatti non a caso quando si sostituisce un HDD con un SSD i computer girano molto più velocemente, caricando i dati in un batter d’occhio, anche quando il disco si riempie. A differenza dei normali HD che rallentano quando diventano sovraccarichi di dati.
Un’altra differenza sostanziale con gli HDD sta nella tipologia di struttura.

Mentre gli HDD hanno piatti di rotazione e testine per poter funzionare, gli SSD sono privi di parti meccaniche, e grazie a questo vantaggio risulta anche più difficile il loro danneggiamento.
L’unico inconveniente degli SSD è il loro ciclo di vita, che solitamente è di 5-6 anni, anche se gli ultimi modelli hanno aumentato di molto la loro vita media

Offerta
Samsung Memorie MZ-76E250 860 EVO SSD Interno da 250 GB, SATA, 2.5"
  • SSD con tecnologia V-NAND Samsung
  • Fattore di forma 2,5 Pollici, ottimo sia per computer portatili che fissi
  • Interfaccia SATA 6 Gb/s e retrocompatibile con SATA 3 Gb/s e SATA 1,5 Gb/s

Gli hard disk per NAS

Esiste poi un’altra tipologia di archiviazione chiamata NAS.

Questo è un particolare tipo di dispositivo di archiviazione che permette di memorizzare e condividere i dati attraverso la rete, (alcuni modelli tramite wi-fi), con computer, smartphone e altri apparecchi ad esso connessi.
NAS è l’acronimo di Network Attached Storage, cioè un sistema di archiviazione collegato alla rete.

Cosa significa questo? Il NAS viene collegato ad un router e tramite esso viene creata una rete condivisa con gli altri dispositivi, questi possono quindi accedere alle varie unità di archiviazione in esso contenute.

Gli hard disk per NAS sono diversi rispetto agli hard disk tradizionali, in quanto prediligono la durata della loro funzione, a discapito della velocità
Per intenderci il NAS diventa una sorta di Server o Cloud privato.
Il NAS può essere considerato come un vero e proprio computer che funziona tramite alimentazione elettrica, e possiede un sistema operativo per le varie funzioni, solitamente basato su tecnologia Linux.
Ogni NAS storage è dotato oltre che dell’alimentatore, anche di una cpu, una Ram, i moduli di rete per la connessione internet tramite cavo o wi-fi, la memoria per il sistema operativo e diversi slot per l’alloggiamento dei vari hard disk. Le versioni più economiche solitamente dispongono di due alloggiamenti, ma è possibile avere soluzioni più costose e complesse con più di mezza dozzina di slot per gli hard disk.
Alcuni NAS possono avere porte USB, piuttosto utili e veloci in alcuni casi.
Insomma diverse soluzioni pratiche per le esigenze di ognuno.

Gli Hard disk M.2

Gli Hard disk sata M.2 sono l’ultimissima evoluzione degli Hard disk SSD, sono molto piccoli e sono adattissimi per i portatili in quanto si parla di Hard disk più piccoli di una Penna USB

Raggungono velocità assurde e sono un must per chi ha un pc da Gaming, in quanto le prestazioni rendono possibile anche i giochi di ultima generazione con risoluzioni alte.

L’attacco M.2 sostituisce gli mSATA che prima avevano un posto predominante sui notebook

Come dicevamo il punto di forza di questi Hard disk è la velocità, per fare un piccolo confronto la velocità di trasferimento di un SATA non supera 770MB/s più o meno. Per capire la velocità di questi Hard disk M.2 hanno una velocità di velocità di lettura/scrittura di 3500MB/s i più performanti mentre la fascia media arriva tranquillamente a 1500MB/s che è comunque il doppio di un SSD SATA
L’installazione di un hard disk M2 è molto semplice, l’attacco è molto veloce e sulle schede madri con la predisposizione è molto ben visibile, le schede madri Asus più performanti hanno anche la possibilità di mettere un piccolo dissipatore sopra l’hard disk

Offerta
Samsung Memorie MZ-V6E250BW SSD 960 EVO, 250 GB, M.2, NVMe, Nero/Arancione
  • Interfaccia NVMe (NVM Express), PCIe 3.0 x4, NVM 1.2
  • Nuova generazione SSD di M.2 con Samsung tecnologia V-Nand e Samsung Polaris controller
  • Fattore di forma di 2280 M.2 (80 millimetri di lunghezza)